Tutti in piazza a cantare i Carmina Burana

Trecento cittadini canteranno la famosa opera per celebrare i 200 anni del Teatro sociale di Como e inaugurare il festival cittadino.

Pubblicità

Oggi e domani avrà luogo a Como un evento originale e di grande significato, sociale e culturale: 300 persone comuni canteranno, accanto a coro e orchestra professionisti, i Carmina Burana per celebrare i 200 anni di storia del Teatro sociale di Como e inaugurare il noto festival musicale. I cittadini sono stati selezionati e, da gennaio, si stanno preparando al concerto di questa sera e di domani. Cornice inedita dell'esecuzione di quella che è una della pagine sinfoniche più popolari e amate e di tutti gli eventi del Festival è l'arena retrostante il teatro, di recente restaurata grazie all'intervento voluto dalla Società dei Palchettisti del Teatro Sociale.

È un modo intelligente e coinvolgente di fare cultura, perché sottolinea e incentiva la collaborazione fra un ente culturale e il suo territorio,
rafforzandone il rapporto. Questa in fondo è la missione che il Teatro sociale di Como persegue da due secoli e a questo spirito si ispira il festival musicale che, da stasera, si protrarrà fino al 14 luglio, proponendo spettacoli di danza, lirica, classica, musica leggera d'autore (il programma completo è consultabile sui siti www.teatrosocialecomo.it, www.comofestival.org). L'accostamento fra cittadini comuni, opportunamente formati, e professionisti è un ulteriore elemento positivo.

"Carmina Burana, un progetto per la città" merita quindi di essere di essere accolto con entusiasmo e va posto all'attenzione di altre realtà culturali, affinché venga riproposto. Nel video che proponiamo qui sotto, si assiste a un flashmob al Birrificio di Como - scelta non priva di coerenza con lo spirito dell'opera di Carl Orff che viene eseguita - che, per l'occasione, ha inventato la Birra del centenario.

Le prove del grande concerto.
Pubblicità