Immagine pezzo principale

Testimoni di Geova e preghiera interreligiosa


Pubblicità

ANDREA C. - Agli incontri di preghiera di Assisi fra le varie confessioni e gruppi religiosi, c’ erano i Testimoni di Geova? E, se no, perché?

È precisa volontà di coloro che guidano i Testimoni di Geova che i loro seguaci non partecipino a incontri con altre appartenenze, in quanto viene detto che esse sono semplicemente false. Si registra quindi la decisione di non mescolarsi con i credenti di altre fedi e religioni. Se si incontrano gli altri non è per dialogare ma solo per convertirli. Alla base di questa prospettiva si può facilmente evidenziare l’ adozione di una logica binaria, per cui tutto ciò che non ci appartiene sarebbe semplicemente falso. Una sola sarebbe la vera religione e le altre tutte false. Alla luce dell’ insegnamento dei Padri della Chiesa (Giustino innanzitutto) i cristiani stanno invece gradualmente emancipandosi da tale logica conflittuale, ritenendo piuttosto che, laddove non sussista la pienezza della verità, comunque possano rinvenirsi «semi del Verbo», presenti in ogni esperienza umana autentica.

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo