Immagine pezzo principale

Sono leciti i gesti di intimità tra i coniugi?


Pubblicità

LETTERA FIRMATA - Prima di unirci nell’ intimità io e mio marito ci accarezziamo e stimoliamo a vicenda nelle parti intime. È lecito per la Chiesa?

Quando si parla di unione intima non si intende solo il gesto in cui l’ uomo e la donna diventano anche fisicamente “una sola carne”, ma pure tutti quelli che precedono, accompagnano e seguono l’ unione intima. È un’ unione umana dettata dall’ amore e non solo dall’ istinto, e quindi deve essere realizzata con atteggiamenti che esprimono anche fi sicamente tenerezza, dolcezza, affettuosità, attrazione, piacevolezza, donazione di sé all’ altro e che preparano e seguono l’ unione intima. La sapienza divina ha messo anche nella corporeità dei coniugi la possibilità di rendersi felici e di legarsi ancor più tra loro con gesti che procurano gioia e unione, e i coniugi devono sapere manifestare e accogliere tutti quegli atti che rendono più umano e piacevole il gesto fi nale dell’ intimità. E ringraziarne Dio, come voi fate. L’ unico limite è non fare richieste sgradite al coniuge, o trattare il coniuge come strumento per il proprio piacere. La corporeità è per l’ amore, con piacere, e non per il piacere che sacrifi ca l’ amore.

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo