Bambini sicuri in qualunque situazione

Arriva il Natale e in occasione dei ragali e delle vacanze la Camera di Commercio di Milano pubblica la Guida “Bimbi sicuri”. Per evitare inutili e e a volte tragici incidenti.

Pubblicità

Arriva dalla Camera di Commercio di Milano la guida “Bimbi sicuri”, dedicata alla sicurezza dei bambini in prossimità delle feste di Natale e della stagione invernale. Divisa in aree tematiche, contiene il richiamo alle leggi comunitarie, certificate dalle varie etichette, ma anche alcuni accorgimenti pratici per i genitori. Il Natale, si sa, è forse la festa preferita dai bambini: la casa è addobbata, si ricevono i regali, ci si riunisce con amici e parenti e si mangiano cose buone, ma è importante vigilare perché la festa rimanga tale. In particolare, la scelta delle immancabili luci per l’ albero e il presepe non va sottovalutata, controllando che sia presente la marcatura CE.

Ma per i bambini il Natale è spesso associato soprattutto ai giochi e, anche qui, la scelta non può essere casuale. Il gioco non è solo divertimento, ma è necessario per il completo sviluppo del bambino, del suo intelletto e della sua personalità. La Camera di Commercio fornisce delle indicazioni per associare le tipologie di gioco all’ età del bambino: dai tre mesi, ad esempio, va incoraggiato il gioco esplorativo e di manipolazione, per poi introdurre, con il primo anno, quello d’ imitazione. E nella guida le indicazioni, da tener presente al momento dell’ acquisto dei doni, proseguono fino ai 14 anni. Anche la sicurezza va sempre controllata, verificando nelle istruzioni il rispetto delle norme EN-71. Come sanno molti genitori, poi, per i bambini 0-3 anni va limitato il rischio di soffocamento per inalazione o per ingestione dei  pezzi più piccoli dei giocattoli.

Ogni anno, nell’ Ue, circa 50.000 bambini sotto i 14 anni rimangono coinvolti in incidenti, il 10% dei quali mortali, per aver ingerito materiale inorganico. In un quinto dei casi, gli oggetti ingeriti sono parti di giochi, soprattutto fabbricati industrialmente, in plastica e metallo.

Ma le vacanze non finiscono a Nataleā€¦ A Capodanno, se proprio si vuole accogliere il nuovo anno con i botti, occorre che almeno siano sicuri e utilizzati con molto buon senso. La guida indica alcuni parametri da verificare, ma la sicurezza è data soprattutto dall’ acquisto esclusivamente in negozi autorizzati.

Durante le feste, è facile che ci si sposti in auto per raggiungere parenti e luoghi di villeggiatura. In presenza di bambini è essenziale ricorrere ai cosiddetti “dispositivi di ritenuta”, cioè i seggiolini che riducono i rischi in caso di urto o di frenate improvvise. Molti genitori, però, non li utilizzano nel modo corretto: devono essere ben installati sul sedile posteriore, con la cintura ben tesa, agganciata e passata sopra la spalla del bambino.

Se la destinazione del viaggio è la montagna, la guida “Bimbi sicuri” propone un ripasso delle principali regole da seguire e, per gli sciatori, un vero e proprio decalogo. Dal 2006, tra l’ altro, sulle piste è obbligatorio il casco fino ai 14 anni. Infine, l’ ultima sezione della guida è dedicata all’ abbigliamento, da giorno e da notte, quotidiano e da sci. Ci sono particolari requisiti di sicurezza per laccetti e corde, che variano a seconda dell’ età e dell’ utilizzo del capo. Per l’ abbigliamento notturno, poi, vanno considerate le caratteristiche di comportamento al fuoco, anche qui secondo gli standard europei. La necessità di una norma simile si è avvertita quando ci si è resi conto che la maggior parte dei tessuti utilizzati per la fabbricazione degli indumenti notturni prendevano facilmente fuoco anche a contatto con una piccola fiamma.

La guida “Bimbi sicuri” è scaricabile on line.
(www.mi.camcom.it/upload/file/1549/774742/FILENAME/BIMBI_SICURI_HD.pdf)

   

Pubblicità