Immagine pezzo principale

«E se un figlio in adozione non fosse battezzato?»


Pubblicità

LETTERA FIRMATA - Abbiamo adottato un bambino di otto anni in Russia. Non abbiamo alcun certificato di Battesimo. Se fosse stato battezzato con rito ortodosso potremmo farlo battezzare con rito cattolico?

«Le Chiese orientali anche se non sono in piena comunione con la Chiesa cattolica, hanno validi sacramenti». Pertanto, se c’ è la certezza che è stato dato il Battesimo, non lo si deve ripetere. In Oriente, inoltre, a qualunque età, con il Battesimo si conferisce anche la Cresima e si dà la Comunione, secondo la prassi originaria della Chiesa indivisa. Se non c’ è la certezza del Battesimo, esso «venga conferito sotto condizione in forma privata spiegando il significato dell’ atto». In tale eventualità «si proceda anche al conferimento della Cresima sotto condizione». In ogni caso il bambino fin d’ ora può, ed è auspicabile che lo faccia, partecipare alle celebrazioni cattoliche e, con le dovute attenzioni, anche alla formazione catechistica con i coetanei ed eventualmente e con maggiore consapevolezza partecipare alla celebrazione della “prima” Comunione (cfr. Vademecum per la pastorale delle parrocchie cattoliche verso gli orientali non cattolici, nn. 1 e 53).

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo