Immagine pezzo principale

Fuori dalla cattedra e tra i banchi, un nuovo modello di lezione

Il libro "La classe capovolta", di Marcello Bettoni e Marialetizia Mangiavini, propone agli insegnanti di sperimentare nuovi orizzonti didattici, e di abbandonare il metodo classico della lezione frontale per mettersi in gioco, per non essere più soltanto arbitri, ma anche protagonisti e allenatori.


Pubblicità

Insegnare felici. È questo il dato davvero rivoluzionario del libro di Marcello Bettoni e Marialetizia Mangiavini, “La classe capovolta. Flipped class. Risalire la corrente per insegnare felici”, che abbiamo letto per approfondire i temi della scuola e della moderna didattica. L’ insegnante che affronta con gioia il suo lavoro mette la prima pietra per un apprendimento che resterà nel tempo e lascerà il segno. Ma per farlo bisogna ripensarsi come insegnanti e soprattutto bisogna ripensare i propri stili di insegnamento. E in questa nuova prospettiva c'è la necessità di mettersi in gioco, di non essere più solo arbitri ma protagonisti e allenatori.

 

Ecco allora la proposta di rivoltare, o meglio “capovolgere”, il nostro lavoro di insegnanti in classe. Provare a lasciare da parte la lezione frontale, saltare fuori dalla cattedra e stare con gli studenti costruendo con loro un nuovo processo di apprendimento. Nasce così l’ invito a un insegnamento attivo per un apprendimento attivo, del fare; il fare infatti determina le condizioni per apprendere in modo più efficiente del solo vedere e ascoltare.

 

Gli autori riescono, con un linguaggio semplice ma efficace, a introdurci a un nuovo modello di lezione che piano piano sta entrando nelle nostre aule e che ogni docente dovrebbe provare a sperimentare. Le pagine di questo libro saranno quindi di stimolo, capaci di offrire interessanti spunti di riflessione sia teorici sia pratici per chi vorrà cimentarsi nel “risalire la corrente”. Ed proprio qui che sta la forza del testo, scritto da insegnanti per insegnanti: fornire una guida alla nostra prossima sperimentazione.

 

Meno lezione frontale e ragazzi più curiosi che portino in classe domande ed esercizi su ciò che già autonomamente hanno letto, visto, sperimentato. Viene così reso vero e attuale il motto di Maria Montessori: aiutiamoli a fare da soli. Perché, come bene ci spiegano gli autori, questo è possibile e anzi mobilita energie, risorse e motivazioni, insomma tutto ciò che ci serve per arrivare all’ obiettivo. La classe capovolta diventa, con questo testo, uno strumento concreto nelle mani del docente, capace di ridare forza e significato a questo meraviglioso lavoro.

 

 

Il libro "La classe capovolta. Flipped class. Risalire la corrente per insegnare felici", di Marcello Bettoni e Marialetizia Mangiavini, è disponibile per l'acquisto soltanto su Amazon, sia nel formato cartaceo (18,86 euro) sia in formato e-book Kindle (8,99 euro).

Loading

Pubblicità