Immagine pezzo principale

Marina Casini (MpV): «Paola Bonzi, una donna straordinaria che ci mancherà»

Il messaggio del presidente del Movimento per la vita in ricordo di Paola Bonzi, fondatrice del Cav Mangiagalli di Milano, scomparsa a 76 anni nel pomeriggio di venerdì 9 agosto. Grazie al suo aiuto, dal 1984 quasi 23mila bimbi sono stati salvati dall'aborto (nella foto: Paola Bonzi nel 2013 ospite di Eugenia Scotti nello spazio Azzurro di Nel cuore dei giorni su Tv2000)


Pubblicità

Roma, 10 agosto 2019

 

Carissimi,

la notizia si è diffusa con una velocità straordinaria.

Straordinaria come lei, Paola, Paola Bonzi, il cui nome apre un mondo - quello dell’ accoglienza della vita nascente –, e che ora è nella Vita piena. Un grande moto di affetto verso di lei e un profondo rimpianto per tutti. Per tutti, ancora un po’ increduli.

In queste ore si stanno moltiplicando i messaggi, le parole commosse, i ricordi, la nostalgia. Coraggiosa, garbata, intraprendente, dolce, tenace, appassionata e sempre pronta ad essere lei stessa grembo per quelle mamme tentate dall’ aborto per una gravidanza difficile o inattesa. Chi ha avuto il privilegio di conoscerla sa che davvero così: era grembo lei stessa. Faceva entrare in una dimensione calda e umana – fatta di ascolto, empatia, fiducia, speranza, sostegno, accoglienza – le donne che il freddo dell’ indifferenza e di una cultura menzognera trascinavano verso la rinuncia a dare alla luce il proprio figlio o la propria figlia. La luce. Lei, non vedente, accendeva la luce nella vita delle “sue” mamme di cui amava la luce dei sorrisi quando fioriva il sì alla vita. E ripeteva sempre che i bambini nascono grazie alle loro mamme, se aiutate in un momento di smarrimento, perché è nel cuore della donna che risiede il sì alla vita.

Umile e appassionata, Paola.

Il miracolo della vita che sboccia, Paola lo ha vissuto in primo luogo con i suoi figli e ha scritto: «Quando sono nati i miei figli, Cristiana e Stefano, continuando a tenere lo sguardo su di loro, neonati, mi perdevo nel chiedermi: come è stato possibile tutto ciò?». Da qui, o anche da qui, la spinta a donare generosamente la sua stessa vita per far sgorgare nel cuore di ogni mamma che si rivolgeva al CAV la gioia del miracolo.

Paola, ci mancherai. Mancherai a molti a partire da Luigi, tuo affezionatissimo marito, dai tuoi figli e dai tuoi nipoti. Ad essi tutta la nostra vicinanza e il nostro affetto.

Sappiamo però che tutto quello che hai seminato continuerà a fiorire in abbondanza.

Hai scritto, non molto tempo fa, su face-book: «La Vita è Amore. Restiamo insieme, continuando a pensare alla nostra missione, costruendo così il Futuro».

Grazie, Paola. Da lassù prega per noi. Noi preghiamo per te.

Marina

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo