Michelle in Tv non piace agli Usa

Balla, presenta gli Oscar, crea il finimondo andando ai grandi magazzini coi servizi segreti di scorta. L'attivismo della First Lady non piace a tutti.

Pubblicità

Washington - C’ e’ chi la odia e chi invece l’ adora. Di Michelle Obama infatti , si può dire di tutto ma non che eviti di far parlare di se. L’ onnipresente First Lady è ormai come il prezzemolo: a parte le occasioni ufficiali, la si vede continuamente ai talk show televisivi, nel giardino della Casa Bianca dove circondata dai bambini zappa l’ orto in tuta, o a fare la spesa ai grandi magazzini dove la sua presenza crea scompiglio e caos.

Qualche settimana fa ha fatto una doppietta da lasciare a bocca aperta gli americani. Dopo aver danzato (ospite non prevista) al Late Night Show with Jimmy Fallon, il giorno dopo ha annunciato, in collegamento via satellite dalla Casa Bianca al Kodak Theatre di Los Angeles, l’ Oscar per il migliore film assegnato a Argo. La danza al Late Night Show, fatta col conduttore vestito da donna con tanto di parrucca, è la coreografia Evolution of a mom dancing, che mette in scena i gesti e i movimenti tipici della casalinga. L’ obiettivo della First Lady era di far parlare della campagna Let’ s Move (Muoviamoci) contro l’ obesita’ infantile. Queste due numeri “non da first lady” non sono piaciuti molto e la gente comincia chiedersi: cosa mai combinerà la prossima volta?

Michelle Obama, va detto a sua discolpa, è arrivata a Washington impreparata al ruolo di First Lady. Avvocato di un’ organizzazione non profit di Chicago, la neo first non sapeva vestirsi (e spesso ancora adesso, guardandola, vien da pensare che non abbia imparato), non aveva la minima idea di come si muovono nella capitale le mogli dei politici importanti e meno che mai dei compiti che l’ aspettavano in quanto moglie del Presidente.

Istintiva per natura, ha scelto di seguire programmi terra terra come l’ assistenza alle famiglie dei militari e la battaglia contro l’ obesità che affligge l’ America. In questo campo, forse perchè non ha collaboratori molto attenti o perchè non se n'è mai occupata prima, commette errori come quello d’ aver divulgato la ricetta dei biscottini tradizionali delle due mogli dei candidati alla campagna presidenziale: una ricetta piena di grassi. A chi le ha fatto notare che i suoi cookies di potevano fare sostituendo i grassi animali e vegetali da lei suggeriti con del sano olio di oliva, ha risposto con una gentilissima lettera in cui ringraziava per l’ attenzione prestata al tema dell’ obesità e chiedendo di seguirla nel suo programma, ma senza dimostrare la minima attenzione per l’ eventuale ricetta salutista.

Il conduttore del talk show super conservatore Rush Limbaugh non perde occasione di sparare a zero su di lei, accusandola d’ essere un’ ipocrita perchè spesso, sia pure predicando e imponendo cibi sani nelle scuole, viene sorpresa al ristorante mentre mangia cibi in grado di portare il colesterolo alle stelle. I cominci ormai con lei vanno a nozze. Al Saturday Night Live un sosia di Obama, spiegando come funzioneranno i tagli al bilancio discussi al Congresso, ha detto: “Michelle farà solo 4 comparsate in Tv la settimana al posto delle 75 attuali”.

Michelle, 49 anni appena compiuti, si sta in realtà godendo a pieno titolo il ruolo conquistato da marito alle elezioni dello scorso novembre. “La mia nuova frangia", ha detto giorni fa, "ha provocato decine di articoli sui giornali”; poi scherzando ha aggiunto “In realtà è il risultato di una crisi di mezz’ eta”. Che qualcosa non funzioni nel modo di fare di Michelle Obama lo si puo’ indovinare dall’ avvicendamento del personale della Casa Bianca addetto alla First Lady. Da quando e’ arrivata a Washington nel 2009, Michelle ha già cambiato tre capi del personale, due addetti stampa e tre segretarie. L’ attuale responsabile delle attività sociali, Jeremy Bernard, per la prima volta nella storia delle First Lady è un uomo.

I sondaggi rivelano che molta gente ama Michelle per la sua spontaneità e irruenza. Il fatto che sia riuscita a coinvolgere i più prestigiosi cuochi del Food Network Channel a collaborare con lei contro l’ obesità infantile è piaciuto moltissimo alla popolazione di colore, la più colpita dal fenomeno. Come piace alla gente semplice il fatto che abbia portato alla ribalta designer sconosciuti anziche affidarsi alle solite grandi firme americane come facevano le altre First Lady.

Le figlie Malia e Sasha poi vestono ai grandi magazzini, scelta in contrasto con le ragazzine americane medio borghesi abituate a sfoggiare capi firmati. Michelle, spiegano coloro che l’ adorano, ha in realtà fatto tutto ciò che la gente si aspetta da una First Lady: ha scelto di occuparsi di programmi importanti per i poveri, ha ospitato alla Casa Bianca ricchi e famosi ma anche le famiglie dei soldati in guerra, ha raccolto milioni di
dollari per la campagna del marito, ed e’ diventata famosa in Tv. E’ una maga con Twitter, dove mantiene un programma di domande e risposte. Sulla sua pagina Facebook ha 9.5 milioni di “mi piace” e il video della sua criticatissima comparsa in Tv con Jimmy Fallon è stato visto quasi 15 milioni di volte.

Agli amici ha confidato che sente la mancanza della libertà di muoversi come e quando vuole senza coinvolgere i servizi segreti. Il giorno in cui ha deciso di andare ai grandi magazzini Target ha scatenato un finimondo. “Andare da Target", ha poi dettoalla NBC, "è stato come un sogno. Lo rifarò ma probabilmente mi travestirò in modo da non essere riconosciuta”. La sua comparsa come annunciatrice agli Oscar, vestita come una diva del cinema, è stata criticata anche dal Washington Post. “Sia lei sia il Presidente", ha scritto l’ editorialista Jennifer Rubin, "hanno fatto la figura di chi vuole afferrare a ogni costo un pò di notorietà. L’ idea è sembrata a tutti decisamente strana”.

Michelle Obama annuncia l'Oscar per il miglior film (foto del servizio: Reuters).
Pubblicità