Immagine pezzo principale

L'assist del Barcellona (e Beko) all'Unicef per prevenire l'obesità infantile

La squadra spagnola insieme a Beko, l’ azienda di elettrodomestici, e Fondazione Barça lanciano #EatLikeAPro. Obiettivo: sostenere i progetti Unicef che lottano contro la la malnutrizione infantile tra cui il sovrappeso e l'obesità dei bambini


Pubblicità

Un progetto su scala globale per sensibilizzare e contribuire alla prevenzione del sovrappeso e dell’ obesità infantile: al fianco della squadra del Barcellona e della Fondazione Barça, Beko, marchio leader di elettrodomestici, ha raccolto l’ incredibile cifra di un milione di euro a sostegno di UNICEF.

L’ iniziativa prevede che per ogni post di #EatLikeAPro (questo il nome del progetto) apparso su Instagram o Twitter, Beko ha donato un euro per l'UNICEF. Le donazioni aiuteranno i bambini di tutto il mondo attraverso vari programmi UNICEF, cercando di prevenire anche la malnutrizione infantile, in tutte le sue forme, tra cui il sovrappeso e l'obesità nei bambini di tutto il mondo. Anche l’ Italia ha contribuito a questa grande impresa con un testimonial d’ eccezione: lo chef Alessandro Borghese, testimonial di Beko dal 2014, e ora amabasciatore italiano della campagna, non solo in qualità di mente creativa in cucina ma anche come papà consapevole e sempre attento all’ alimentazione della sua famiglia.

La campagna Eat Like A Pro mira a garantire alle famiglie l'accesso alle abitudini alimentari dei migliori giocatori della squadra, con l’ intento di educare e sensibilizzare genitori e bambini da tutto il mondo sull'importanza di una dieta sana e uno stile di vita equilibrato. Con la sua presenza, UNICEF cerca da sempre di sconfiggere la fame nel mondo e migliorare l'alimentazione dei bambini su scala globale, soprattutto quelli più vulnerabili e svantaggiati.

I fondi raccolti da questa iniziativa contribuiranno a migliorare la qualità delle diete per i bambini e a ridurre l'aumento dei tassi di obesità infantile. «Il sovrappeso e l'obesità infantile», spiega il CEO di Beko, Hakan Bulgurlu, «sono un problema mondiale e siamo lieti che tre marchi leader - FC Barcelona e due dei loro maggiori partner - si uniscano per aiutare ad affrontare questa sfida. In Beko, ci stiamo impegnando per affrontare questa crisi attraverso l'uso di tecnologie innovative che rendono più accessibile un'alimentazione sana».

Victor Aguayo, capo del Programma di nutrizione globale dell'UNICEF, commenta: «Il sovrappeso e l'obesità infantile stanno interessando sempre più le famiglie e i paesi più poveri, in gran parte a causa di diete che non forniscono ai bambini tutti i nutrienti di cui hanno bisogno per crescere sani. Accogliamo volentieri il sostegno dei nostri partner Beko e FC Barcelona, che lavoreranno a stretto contatto con noi per apportare cambiamenti positivi alla vita dei bambini di tutto il mondo».

«In tutti i nostri programmi che utilizzano la metodologia di FutbolNet e che raggiungono 120.000 bambini e giovani in tutto il mondo», dichiara Jordi Cardoner, vicepresidente dell'FC Barcelona e della Fondazione Barça «utilizziamo l'attività fisica e crediamo nel valore del rispetto, in questo caso rispetto verso se stessi, per rinforzare le sane abitudini».

L’ iniziativa è stata lanciata in occasione del derby spagnolo del 6 maggio tra Barcellona e Real Madrid: i giocatori del club catalano sono scesi in campo con una maglia speciale contenente una patch dedicata all’ iniziativa. Il contributo raccolto a Beko sosterrà i programmi nutrizionali dell'UNICEF in America Latina, dove si stima che il 23% dei bambini in età scolastica sia in sovrappeso o obeso.

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo