Immagine pezzo principale

Arte, quando Parigi amava gli italiani

Due mostre, a Rovigo e Padova, documentano il successo di De Nittis, Boldini, Corcos e molti altri alla fine dell'Ottocento nella capitale francesce.


Pubblicità

Parigi li riscopre solo oggi, dopo averli amati e osannati negli anni in cui les italiens erano protagonisti assoluti della scena. Parliamo naturalmente dell’ ultimo scorcio dell’ ‘800, quando la città dei boulevards era la capitale dell’ arte e della cultura. Poi i francesi li hanno dimenticati. Un caso eclatante è quello di Giuseppe De Nittis, definito in vita il più parigino dei parigini e poi inspiegabilmente oscurato, dopo la morte, fino allo straordinario successo della mostra a lui dedicata, due anni fa, proprio al Petit Palais.

Oggi, per la prima volta, la mostra di Rovigo, Il successo degli italiani a Parigi negli anni dell’ Impressionismo: la Maison Goupil, riunisce la scuderia del grande mercante d’ arte che seppe interpretare i gusti della nuova borghesia non solo parigina, portando al successo artisti come De Nittis, Boldini, Corcos, Sorbi, Morelli e molti altri. In mostra capolavori rintracciati in collezioni disperse dal tempo, in buona parte inediti nel nostro paese.

I campioni del gruppo, oggi consacrati artisti internazionali, sono senz’ altro Giuseppe De Nittis e Giovanni Boldini.
I due non si amavano. De Nittis riteneva Boldini troppo allineato al gusto dei salotti, comunque troppo distante da lui e dalla sua voglia “di essere pittore”. Ben presto l’ ambiente della Maison Goupil cominciò a stargli stretto e questo giovane meridionale, che si era portato a Parigi la sensibilità intimista e i colori della sua Barletta, andò a Londra per cercare sulle rive del Tamigi altre atmosfere e altre suggestioni, come documenta De Nittis, la bella mostra monografica che gli dedica, a Padova, la Fondazione Bano.

Una mostra intensa e completa, che segue un percorso cronologico e diventa una biografia in immagini per raccontare un artista che nacque macchiaiolo per poi incontrare l’ impressionismo e avvicinarsi alla fine a due giganti come Manet e Degas.

Dove & Quando

Il successo degli italiani a Parigi negli anni dell’ Impressionismo: la maison Goupil
è a Rovigo, Palazzo Roverella, fino al 23 giugno. Catalogo Silvana Editoriale. Info: www.mostragoupil.it

De Nittis è invece a Padova, Palazzo Zabarella, fino al 26 maggio. Catalogo Marsilio. Info: www.zabarella.it

Immagine articolo
Il celebre Colazione in giardino di Giuseppe De Nittis, del 1883-84.
Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo