Immagine pezzo principale

Il Requiem di Verdi chiude la stagione dell'Associazione Mozart

Appuntamento il 18 aprile nella Chiesa di San Marco a Milano con il capolavoro verdiano anche, spiegano gli organizzatori, «per riaccendere i riflettori riguardo alla morte dell’ educazione musicale di base in ogni ordine e grado di scuola in Italia»


Pubblicità

Dopo il grande successo di pubblico e critica del Requiem di Mozart eseguito il 5 dicembre e del confronto tra la Settima Sinfonia di Beethoven con la Sinfonia “Praga” di Mozart del 14 febbraio, la Stagione musicale 2017-18 dell’ Associazione Mozart Italia - Milano, filiazione del Mozarteum di Salisburgo, si conclude mercoledì 18 aprile alle 21 con l’ esecuzione della Messa di Requiem di Giuseppe Verdi nella Chiesa di San Marco a Milano.

La Messa che ha visto i natali nel 1874 proprio nella Chiesa di San Marco sotto la direzione dell’ autore in memoriam di Alessandro Manzoni, verrà eseguita anche e soprattutto per riaccendere i riflettori riguardo alla “Morte” pressochè totale dell’ Educazione musicale di base in ogni ordine e grado di scuola in Italia, vera Cenerentola e fanalino di coda della cultura italiana e quindi del sistema pubblico d’ Istruzione! Nulla più del Requiem di Verdi, che rappresenta la ribellione dell’ Uomo verso la morte con la conseguente paura, anzi terrore di ogni anima per il giudizio universale” - dice il Maestro Aldo Bernardi, - “mi è parso congeniale per rappresentare la ribellione di noi musicisti, letterati, artisti, intellettuali ed Uomini di buona volontà, verso la quasi assoluta mancanza di Educazione musicale di base in ogni ordine e grado di scuola nel nostro Paese. Tra le ultimissime posizioni al mondo, superata anche dall’ America Latina, l’ Italia soffre la mancanza di musica nelle scuole.

L’ esecuzione di questo simbolico ed immortale capolavoro verdiano vuol essere anche l’ occasione per cercare di risensibilizzare la Società contemporanea, ma anche e soprattutto i nostri politici, rispetto alla necessità sempre più impellente che l’ Italia, al pari di tutta Europa, si doti di una legge ordinaria che finalmente introduca l’ Educazione musicale di base nelle scuole di ogni ordine e grado, investendo così mezzi, risorse, menti e cuori per la crescita cultural musicale dei propri cittadini!”

Per l’ occasione l’ Orchestra Sinfonica dell’ Associazione Mozart Italia di Milano, il Coro Bach di Milano, diretto da Sandro Rodeghiero, il Coro Cyncus Opera Festival di Genova diretto dal maestro Domenico Sorrenti ed i solisti Sofia Mitropoulos soprano, Azer Zada tenore Sofia Janelidze mezzo soprano, Paolo Battaglia basso, saranno diretti dal maestro Aldo Bernardi, anima e direttore artistico dell’ Associazione Mozart Italia di Milano,nonchè fondatore e direttore musicale dell’ omonima Orchestra.

La Messa da Requiem di Verdi è un'opera di eccezionale bellezza, potere travolgente, emozioni crude e significato profondo, il cui compositore era egli stesso molto ambivalente nei confronti della religione. Verdi crebbe venerando due dei più grandi artisti italiani, il compositore Gioacchino Rossini, e il letterato Alessandro Manzoni che fu il più grande poeta e romanziere vivente in Italia del suo tempo. Non era solo la poesia di Manzoni, ma in particolare il suo romanzo storico, I Promessi Sposi, che affascinava Verdi sin dalla sua adolescenza, catalizzando l'ammirazione del compositore per l'autore del famoso romanzo, che riveriva proprio come un Santo.

Info biglietti

Informazioni: Associazione Mozart Italia-Milano: www.mozartmilano.com

Biglietti interi: € 35; Ridotti rispettivamente: € 30, per età inferiore a 25 anni e superiore a 65, per Soci AMI, €25 convenzioni gruppi (acquistabili solo nei Punti Vendita Vivaticket o la sera dell’ evento)

Loading

Pubblicità