Immagine pezzo principale

Il Papa andrà a Fatima il 12 e 13 maggio 2017

Il Vaticano conferma il pellegrinaggio di Bergoglio in Portogallo nel centenario delle apparizioni della Vergine ai tre pastorelli, suor Lucia e Francesco e Giacinta Marto. È il quarto Pontefice ad andare a Fatima dopo Paolo VI, Giovanni Paolo II, che andò tre volte, e Benedetto XVI


Pubblicità

Nel centenario delle apparizioni mariane a Cova de Iria, in Portogallo, e accogliendo l’ invito del presidente della Repubblica e dei vescovi portoghesi, Papa Francesco si recherà in pellegrinaggio al santuario di Fátima il 12 e il 13 maggio 2017. Per ora si tratta dell’ unico viaggio internazionale sicuro, anche se tempo fa il pontefice ha fatto sapere che probabilmente andrà anche in India e Bangladesh e forse pure in Africa (in Congo ma tutto è sottoposto alla situazione instabile). In Colombia, altra meta probabile, andrà “solo quando il processo di pace tra il governo e le Farc sarà blindato, senza più possibilità di tornare indietro”. È da tempo che Papa Francesco desidera visitare il santuario portoghese. Francesco, pertanto, sarà il quarto Pontefice a visitare il Portogallo, dopo Paolo VI (1967), san Giovanni Paolo II (1982, 1991 e 2000) e Benedetto XVI (2010). Le apparizioni della Madonna iniziate il 13 maggio 1917 al cospetto di tre giovani, Lucia Dos Santos e Francesco e Giacinta Marto, sono state riconosciute ufficialmente dalla Chiesa nel 1930, che ne autorizzò il culto proclamandone il carattere soprannaturale.

Chi sono i tre veggenti pastorelli

Fatima era allora un villaggio della zona centrale del Portogallo (Distretto di Santarém) sugli altipiani calcarei dell’ Estremadura a 20 km a SE di Leìria, (il nome Fatima, prima degli avvenimenti delle apparizioni, era conosciuto esclusivamente come quello della figlia di Maometto, morta nel 633).Ad un km e mezzo da Fatima, vi era una frazione chiamata Aljustrel e qui nacquero e vissero i tre protagonisti della storia di Fatima; Lucia Dos Santos nata nel 1907 e i suoi due cugini Francesco Marto nato nel 1908 e Giacinta Marto nata nel 1910; le due famiglie erano numerose, i Dos Santos avevano 5 figli ed i Marto 10 figli.Come molti ragazzi del luogo, i tre cuginetti-amici, portavano a pascolare i piccoli greggi delle rispettive famiglie, verso i luoghi di pascolo dei dintorni ogni volta a loro scelta e con le pecore trascorrevano l’ intera giornata; a mezzogiorno consumavano la colazione preparata dalle loro mamme e dopo recitavano il rosario.Nel 1916 fra aprile ed ottobre, i tre ragazzi stupiti, furono testimoni di un fenomeno prodigioso; apparve loro un angelo sfavillante di luce, che si qualificò come l’ Angelo della Pace e che li invitò alla preghiera; le apparizioni furono in tutto tre, due volte alla “Loca do Cabeço” e una volta al pozzo nell’ orto della casa paterna. Queste apparizioni, narrate da Lucia, vengono classificate come ‘Il ciclo angelico’ .

La prima apparizione il 13 maggio 1917

Era la domenica 13 maggio 1917; i tre cuginetti dopo aver assistito alla Santa Messa nella chiesa parrocchiale di Fatima, tornarono ad Aljustrel per prepararsi a condurre al pascolo le loro pecore.Il tempo primaverile era splendido e quindi decisero di andare questa volta fino alla Cova da Iria, una grande radura a forma di anfiteatro, delimitata verso nord da una piccola altura.A metà strada dal pendio, vicino ad un leccio, la luce sfolgorò ancora e pochi passi più avanti videro una bella Signora vestita di bianco ritta sopra il leccio, era tutta luminosa, emanante una luce sfolgorante; si trovavano a poco più di un metro e i tre ragazzi rimasero stupiti a contemplarla; mentre per la prima volta la dolce Signora parlò rassicurandoli: “Non abbiate paura, non vi farò del male”.
 

 

Loading

Pubblicità