I peccati da confessare

Se la liturgia penitenziale all inizio della Messa rimette i peccati non gravi, quali sono quelli da confessare attraverso il sacramento della riconciliazione?

Lettera firmata

Il peccato mortale, così denominato perché rompe l alleanza (amicizia) con Dio, presuppone una triplice convergenza: azione grave, piena avvertenza (consapevolezza) e deliberato consenso (libertà-responsabilità). A riguardo della gravità, già l esperienza conduce a distinguere tra una scortesia e una calunnia; tra un mancato aiuto e un tradimento, tra un atto singolo cattivo e un atteggiamento cattivo. La via del ritorno a Dio è il pentimento (contrizione, dolore), motivato da amore. Tale pentimento interiore   come è detto nel Catechismo della Chiesa cattolica, n. 1452    rimette le colpe veniali, ottiene anche il perdono dei peccati mortali, qualora comporti la ferma risoluzione di ricorrere, appena possibile, alla confessione sacramentale  . La liturgia penitenziale, pertanto, se esprime sincero pentimento e non si riduce a un rito formale, ottiene il perdono dei peccati veniali ma anche dei peccati gravi con l obbligo della confessione sacramentale appena possibile. E prima di andare alla Comunione eucaristica, a meno che risulti impossibile, al momento, la confessione.

Pubblicità