Immagine pezzo principale

Giorgio Ambrosoli e “La forza di un no”

Mercoledì 11 luglio al Teatro San Carlo di Via Morozzo della Rocca 12, la compagnia teatrale “Macró Maudit Studio” ricorda l’ uomo, avvocato e padre di famiglia, a 39 anni esatti dal tragico omicidio avvenuto nella stessa via. Segue una fiaccolata commemorativa organizzata da “Libera”.


Pubblicità

Era l’ 11 luglio del 1979 quando moriva Giorgio Ambrosoli, a soli 45 anni. È trascorso quasi un quarantennio dall’ omicidio dell’ avvocato Giorgio Ambrosoli, il liquidatore della Banca Privata Italiana di Michele Sindona, assassinato a Milano l’ 11 luglio 1979. Per non dimenticare l’ eroe borghese, e soprattutto, per raccontare la storia del suo impegno ai più giovani, la compagnia teatrale “Macró Maudit Studio” del Cantiere per le arti dal vivo “Macró Maudit Teáter” (www.macromaudit.org) propone alla città di Milano un emozionante reading-spettacolo a più voci. In cui ricordare la sua fedeltà a un incarico professionale portato avanti con rigore sino alla fine, ma anche la sua ricerca di una vita “normale”, di famiglia e di affetti, a 39 anni esatti dall’ omicidio avvenuto davanti alla sua abitazione in via Morozzo della Rocca 1. A poche decine di metri dal Teatro San Carlo, da cui prende il via la serata-evento.

sul palco anche la moglie e i figli

La rappresentazione, “La forza di un no. La storia di Giorgio Ambrosoli raccontata ai ragazzi”, già portata in diverse scuole medie di Milano, ripercorre in sintesi e con parole semplici le vicende politico-finanziarie degli anni ’ 70 legate al crack della Banca Privata Italiana guidata da Michele Sindona, fino all’ assassinio del commissario liquidatore per il quale lo stesso Sindona fu poi condannato come mandante. Sul palco, accanto agli attori di Macrò Maudit diretti da Alessandro Castellucci, a commentare la storia ci saranno: Annalori Ambrosoli, moglie dell’ avvocato con i figli Francesca e Umberto; David Gentili, Presidente della Commissione Antimafia del Consiglio Comunale di Milano; Giacomo Ranco, referente del presidio di “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” di Arese e dintorni dedicato a Giorgio Ambrosoli; Veronica Notarbartolo dell’ Associazione Civile Giorgio Ambrosoli; Gianluca Buttolo, illustratore e fumettista, autore della “graphic novel” ‘La scelta’ , da cui è tratto il testo del racconto, così come gli stessi evocativi disegni che, proiettati come scenografia sul palco del Teatro San Carlo, contribuiscono a ricreare il clima “in bianco e nero” della Milano di fine anni ’ 70. A moderare le loro testimonianze sarà il giornalista del Corriere della Sera, Paolo Foschini.

serata evento e una breve fiaccolata

Gli attori della compagnia “Macró Maudit Studio” che prestano le loro voci sono Anna Begni, Sonia Cantoni, Silvia D’ Andria, Antonio Margiotta, Franco Rossi, Monica Vitali, Paolo Foschini, anche autore ed esecutore alla chitarra delle musiche originali dello spettacolo, e Alessandro Castellucci, qui in veste anche di regista. Adattamento testo dalla “graphic novel” a cura di Anna Begni e Antonio Margiotta. La serata si concluderà con una breve fiaccolata commemorativa, organizzata da “Libera”, con partenza dal Teatro San Carlo di Via Morozzo della Rocca 12 fino al luogo del delitto, avvenuto all’ altezza di Via Morozzo della Rocca 1, a cui seguiranno brevi letture di alcune significative pagine. .

L’ evento è realizzato in collaborazione con “Prima Effe – Feltrinelli per la Scuola” (www.primaeffe.it), i Patrocini del Comune di Milano, di “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” (www.libera.it) e dell’ Associazione Civile Giorgio Ambrosoli (www.associazionecivilegiorgioambrosoli.it).

Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Loading

Pubblicità