Francia, campane a distesa per i cristiani perseguitati

Oggi le campane di molte chiese di Francia suonano a distesa, come segno di solidarietà dei cattolici nei confronti dei cristiani del Vicino oriente vittime di persecuzioni.

Pubblicità

Oggi, solennità dell’ Assunzione della Beata Vergine Maria, le campane di molte chiese di Francia suonano a distesa, come segno di solidarietà dei cattolici nei confronti dei cristiani del Vicino oriente vittime di persecuzioni. Lo annuncia una nota dell'Osservatore Romano. 

L’ iniziativa è stata lanciata dal vescovo di Fréjus-Toulon, Dominique Rey, attraverso un appello, "En union avec les chrétiens d’ Orient", pubblicato sul sito Internet della diocesi: «Che il giorno dell’ Assunzione, a mezzogiorno, in Francia, le campane di tutte le nostre chiese suonino e i cristiani e tutti coloro che lo vogliono si radunino sui sagrati per esprimere il loro sostegno», per qualche minuto, attraverso la preghiera e il semplice raccoglimento. 

E tante diocesi del Paese hanno aderito alla proposta: la prima è stata Gap et Embrun, poi Bayonne, Avignone, Ajaccio, Digne, Vannes, Nancy, fino a Lione e Parigi. Si sono unite anche alcune diocesi cattoliche del Belgio e della Svizzera. I vescovi hanno invitato i fedeli a incontrarsi all’ ingresso delle parrocchie per esprimere con le parole e la preghiera la loro vicinanza ai popoli del Medio oriente.

Loading

Pubblicità