Gli indignados a Le iene

Mercoledì 19 in diretta alle 21.10 su Italia 1, nuovo appuntamento de “Le Iene Show” condotto da Luca Argentero, Enrico Brignano e Ilary Blasi. Le immagini dei manifestanti che sabato hanno messo a ferro e fuoco alcuni quartieri di Roma hanno fatto il giro del mondo, oscurando i motivi che hanno spinto decine di migliaia di persone a riunirsi nella capitale per protestare contro il sistema economico mondiale. Enrico Lucci raccoglie i commenti di alcuni ragazzi tra gli indignados durante il corteo, per sentire dalle loro voci i motivi concreti dellamanifestazione, proprio mentre una piccola minoranza iniziava la rappresaglia violenta.
 
Il Moralizzatore e il Menestrello hanno deciso di inseguire per tutta Verona Federica Pellegrini, aspettandola anche fuori dal centro sportivo, con l intento di farle la predica per le sue parole (“Dico di no a portare la bandiera italiana a Londra 2012 perché rimanere otto ore in piedi potrebbe stancare i muscoli delle gambe e le gare che dovrò affrontare sono molto ravvicinate") e di ottenere il suo tanto atteso pentimento. La Pellegrini, esausta, dopo il pressante inseguimento delle Iene, finalmente cede e si dichiara disposta a portare la bandiera alle prossime Olimpiadi, ma a una condizione: “Ok, porterò la bandiera d Italia alle prossime Olimpiadi a condizione che mi facciano fare solo il giro di campo senza altre ore in piedi”.
 
Giulio Golia documenta la compravendita illegale dei loculi nei cimiteri a Napoli. Nella città partenopea infatti, la carenza di nicchie cimiteriali, dovuta alla concessione per 99 anni e alla mancanza di nuove costruzioni adibite a quell utilizzo, ha portato alla nascita di un vero e proprio mercato nero nei cimiteri. In assenza di posti disponibili, alcuni addetti dei cimiteri, per cifre che variano dai 7 ai 13mila euro, individuano alcune tombe già utilizzate e poco “visitate” da famigliari e amici, e, grazie alla falsificazione di alcuni documenti,  autorizzano lo spostamento della salma per permettere a un altra persona di inumare un defunto nella cella diventata libera. A farne le spese persone ignare di tutto, come raccontato alle Iene da un uomo che, tornato in Italia da un lungo soggiorno all estero, non ha più trovato la salma del padre nella tomba avuta in concessione. Dopo aver chiesto di poter vedere i resti del genitore, l uomo viene accompagnato da alcuni addetti del cimitero ad una tomba contenente una salma che non può assolutamente essere il padre per evidenti discrepanze fisiche.
 
Nadia Toffa accende i riflettori sui sistemi adottati dai venditori di un agenzia specializzata nella stipula di contratti energetici porta a porta. La Iena mostra come queste persone riescano a ottenere nuovi contratti grazie a metodi non proprio eticamente corretti.
 

Pubblicità