La lirica? Un gioco da ragazzi

Un concorso sull'Aida che ha coinvolto 500 bambini, artisti che scendono in piazza in tutt'Europa, "Musica in famiglia" per Mito: l'opera, oggi, sa coinvolgere tutti.

Pubblicità

La musica è per tutti. Ma, soprattutto, la musica è una risorsa per le famiglie. Tre iniziative ribadiscono questo messaggio.

La prima riguarda i bambini. In occasione dei 100 anni dalla fondazione del Museo teatrale alla Scala e dei 200 anni dalla nascita di Giuseppe Verdi, l’ Associazione L’ ILOPERA ha organizzato per le scuole primarie un concorso nazionale per la realizzazione di un elaborato artistico ispirato all’ Aida di Giuseppe Verdi: hanno aderito ben 499 bambini da tutta Italia (e ciascuno ha versato 1 € in favore dell’ UNICEF). Dall’ 8 maggio e fino al 3 giugno i premiati espongono il frutto del loro lavoro e della loro creatività nella Sala dell’ Esedra del Museo. Disegni, figurini e costumi creati dai giovanissimi saranno ammirati dai numerosissimi visitatori: e il Teatro arricchirà il percorso con 14 costumi originali utilizzati in varie edizioni scaligere di Aida.

La seconda iniziativa riguarda tutta l’ Europa: l’ 11 ed il 12 maggio si celebra l’ opera lirica come forma d’ arte che supera le barriere linguistiche e nazionali con gli European Opera Days (EOD): 80 compagnie d’ opera organizzano eventi gratuiti aperti al pubblico. Lo scopo? far scoprire l’ arte dell’ opera in tutte le sue sfaccettature. Da Lisbona a Mosca, da Belgrado a Gothenburg fino a raggiungere il Sudafrica, le città saranno palcoscenico di canti, laboratori di trucco, di illuminotecnica, di prove aperte, di performance: ma anche di cacce al tesoro, concerti estemporanei in luoghi insoliti (nei mercati rionali, tra i cespugli di un giardino botanico) pic nic sul palco, karaoke. Testimonial d’ eccezione di questa edizione il più grande tenore vivente: Jonas Kaufmann. L’ Italia non starà affatto a guardare.

E tra gli appuntamenti più curiosi che animeranno la due giorni in 14 nostre città, ecco il grande FLASHmOB organizzato dal Teatro Sociale di Como nel palazzetto dello sport di Cantù con tanto di coinvolgimento della squadra di basket, oppure le prove dell’ opera lirica collettiva Carmina Burana dove, tra gli artisti, sono ingaggiati a far parte di coro, orchestra e corpo di ballo coloro che hanno passato il provino e frequentato laboratori di prove da gennaio. Il Teatro Comunale di Bologna e il Teatro Regio di Torino aprono le prove generali. A Cremona il Teatro Ponchielli darà vita ad uno SHOWmOB lirico-corale. Mentre Macerata darà il suo contributo organizzando una grande Festa dell’ Opera in Piazza. Ed a Milano, presso le Gallerie d’ Italia di Piazza della Scala, ecco Arie da Mangiare con i cantanti e musicisti AsLiCo.

Bambini under 12, con genitori, nonni, fratelli e parenti saranno infine i protagonisti di “Musica in famiglia” nell’ ambito di MITOFringe, un’ iniziativa proposta dal famosissimo festival MITO che si svolge ogni anno fra Milano e Torino nel mese di settembre. Fino al 13 maggio sono aperte le candidature per diventare musicista per un giorno ed avere a disposizione un palco per esibirsi.

Per farlo basta inviare la propria proposta artistica per mail a c.mitoperlacitta@comune.milano.it, indicando nell’ oggetto “Musica in famiglia”. I requisiti sono semplici: proporre una performance che affianchi uno o più bambini ad uno o più familiari. MiTo metterà a disposizione un pianoforte. Perché, come recitano gli organizzatori, “Fare musica in famiglia è una bellissima abitudine: il fatto di esercitarsi insieme nell’ arte musicale ha un valore inestimabile per la crescita dei ragazzi”.

Pubblicità