Immagine pezzo principale

Giovani: l'età verde al centro del prossimo Sinodo

L'assemblea convocata a Roma nell'ottobre 2018. Dopo le luci e le ombre della famiglia, oggi, ecco le nuove generazioni, il loro rapporto con la fede, le loro scelte: ne discuteranno cardinali, vescovi e laici di tutto il mondo.


Pubblicità

«I giovani, la fede e il discernimento vocazionale»: questo il tema del Sinodo che il Papa ha stabilito di convocare per ottobre 2018, un anno scarso prima della prossima Giornata mondiale della gioventù, che si terrà a Panama nel luglio 2019.     

«Il tema, espressione della sollecitudine pastorale della Chiesa verso i giovani, è in continuità - spiega una nota - con quanto emerso dalle recenti assemblee sinodali sulla famiglia e con i contenuti dell'Esortazione apostolica post-sinodale Amoris Laetitia. Esso intende accompagnare i giovani nel loro cammino esistenziale verso la maturità affinché, attraverso un processo di discernimento, possano scoprire il loro progetto di vita e realizzarlo con gioia, aprendosi all'incontro con Dio e con gli uomini e partecipando attivamente all'edificazione della Chiesa e della società».

«Il Papa, certamente, vuole rinnovare il volto della Chiesa attraverso i giovani, ma dobbiamo essere molto attenti perché devono essere coinvolti non solo i giovani che già vivono l’ esperienza di fede nelle nostre comunità», ha spiegato il 7 aprile2017 a Radio Vaticana monsignor Fabio Fabene, sottosegretario del Sinodo.  «Il Sinodo vuole arrivare a tutti i giovani, perché – come abbiamo scritto nel documento preparatorio del prossimo Sinodo – “tutti i giovani hanno diritto di essere accompagnati per trovare il loro posto nella vita e nella Chiesa”.il Sinodo è il Sinodo dei Vescovi, però in particolare questo prossimo Sinodo vuole essere un Sinodo non solo per i giovani, ma un Sinodo con i giovani, dove loro vogliono essere protagonisti! L’ iniziativa di questi giorni in vista della pasqua 2017 si inserisce già in questo coinvolgimento dei giovani nel cammino sinodale. Poi troveremo altre forme, perché i giovani possano veramente essere parte attiva, parte viva del cammino sinodale e far sentire la loro voce e i loro desideri anche ai padri sinodali che si riuniranno nell’ ottobre del 2018».

Immagine articolo
Papa Francesco con alcuni giovani. Le fotografie che corredano quest'articolo sono dell'agenzia Reuters.
Loading

Pubblicità