Immagine pezzo principale

Don Pino Puglisi sarà beato

Riconosciuto dalla Congregazione delle Cause dei santi il martirio del sacerdote siciliano ucciso dalla mafia nel 1993.


Pubblicità

Don Pino Puglisi, assassinato dalla mafia a Palermo il 15 settembre 1993, sarà proclamato beato. Benedetto XVI ha infatti autorizzato la Congregazione delle cause dei santi a promulgare il decreto relativo al martirio del sacerdote siciliano. L’ approfondimento di tutti gli aspetti della vicenda ha permesso di superare ogni dubbio, con l’ attestazione che fu ucciso «in odio alla fede».

Altri decreti di martirio sono stati promulgati a riguardo di oltre 150 consacrati e religiose uccisi in Spagna fra il 1936 e il 1939 e di un laico assassinato in India nel 1752. L’ intercessione per due guarigioni miracolose è stata riconosciuta in favore dei venerabili Luca Passi (1789-1866), il sacerdote bergamasco fondatore della congregazione delle Maestre di Santa Dorotea, e Francesca De Paula De Jesús (1808-1895), laica brasiliana.


Le virtù cristiane in grado eroico sono state riconosciute per il cardinale napoletano Sisto Riario Sforza (1810-1877), l’ arcivescovo statunitense Fulton Sheen (1895-1979) e il precedente prelato dell’ Opus Dei Álvaro Del Portillo (1914-1994), oltre che per altri consacrati e laici. Fra loro, la monzese Ferdinanda Riva, dell'istituto delle Figlie della Carità, morta a Mumbai (India) nel 1956.

Immagine articolo
Padre Pino Puglisi, parroco di Brancaccio, a Palermo, assassinato il 15 settembre 1993, il giorno del suo compleanno.
Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo