Immagine pezzo principale

Perché ci sono differenze tra italiano e latino nel testo dell’ Atto di fede


Pubblicità

BRUNO - Fra le preghiere in fondo al Compendio del Catechismo del 2005 si nota un’ enorme differenza fra il testo italiano e latino (molto più conciso) dell’ Atto di fede. Mi sembra che si faccia un eccessivo e troppo stringente rapporto fra le opere individuali e la salvezza eterna o meno.

Nei due testi latino e italiano (posto in calce al Compendio del Catechismo della Chiesa Cattolica) si rappresentano due prospettive circa l’ oggetto della fede. Mentre nel testo latino sta in primo piano la Chiesa e ciò che essa propone alla fede dei credenti, nel testo italiano si parla innanzitutto della rivelazione, i cui contenuti la Chiesa «ci propone a credere». Nella seconda parte del testo italiano si dice che Gesù Cristo, Verbo incarnato, morto e risorto, «darà a ciascuno, secondo i meriti, il premio o la pena eterna». L’ espressione va spiegata, nel senso che è la fede che salva, non le opere, e che il merito fondamentale è dunque la fede, virtù teologale, dono di Dio, e “i meriti” non sono tanto i nostri quanto innanzitutto quelli del Cristo redentore, giacché nessuno si può salvare da solo, senza la grazia misericordiosa del Signore.

TOP LIBRI RELIGIOSI

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo