Immagine pezzo principale

Cosa ci aspetta nella terza stagione di Tutto può succedere

Da stasera Rai 1 manda in onda i nuovi episodi della bella fiction familiare che vede per protagonisti i Ferraro. Su Famiglia Cristiana in edicola da giovedì 21 giugno, una lunga intervista a uno dei protagonisti, Pietro Sermonti.


Pubblicità

I Ferraro sono una famiglia numerosa e coinvolgente: quattro fratelli molto diversi tra loro, ma anche molto uniti e i loro figli, più piccoli e già adolescenti che hanno preso la loro strada, oltre ai nonni sempre presenti. La storia familiare di della fortunata fiction Tutto può succedere, in onda su Rai 1 dall'11 giugno per otto serate ha come filo conduttore la fatica di diventare grandi. E per chi grande lo è già, di fare i conti con le scelte della vita

I componenti della famiglia Ferraro si affacciano alla soglia della tanto agognata maturità, carichi del loro vissuto di affetti, sentimenti, liti, scontri, riconciliazioni, progetti e delusioni. Ancora una volta la serie vuole affrontare con ironia e delicatezza i temi cari al pubblico che ha imparato a conoscere le loro vicende. Temi che riguardano tutti: dai fratelli Pietro Sermonti (Alessandro) a Maya Sansa (Sara), da Caterina Morariu (Giulia) a Alessandro Tiberi (Carlo), da Camilla Filippi a Fabio Ghidoni, Esther Elisha (coniugi di Sermonti, Morariu e Tiberi), alle giovani e indomabili cugine Matilda De Angelis a Benedetta Porcaroli. E poi i nonni attorno che tengono le redini di tutto: Ettore & Emma (Licia Maglietta - Giorgio Colangeli)

La terza stagione mette subito alla prova la coppia che sta insieme da 50 anni. Subiscono un grave furto in casa. Da quel momento tutte le loro certezze vacillano e le fondamenta del loro rapporto sono messe ancora una volta in discussione. Tra le new entry Giuseppe Zeno: nel ruolo Francesco che irrompe dalla prima serata nella vita della famiglia, fotografo affascinante con un passato turbolento alle spalle. Cercherà in tutti i modi di tenere le distanze dai Ferraro, ma scoprirà che con una donna come Sara (Maya Sansa)non sarà affatto semplice.

I registi, Casale e Pellegrini, sottolineano: "Raccontiamo sentimenti indissolubili che consentono di vivere gli eventi negativi della vita. Bisognava farlo emergere da situazioni di grande complessità, con scene che ricostruiscono la tragicomica confusione delle grandi famiglie. Ma la vera rivoluzione sarà quella che vedremo affrontare nel sempre pacato e innamorato della moglie Pietro Sermonti a cui tutti si sono fino alla seconda stagione rivolti da genitori a fratelli e figli rivolti per risolvere problemi: Gestire due lavori, tre figli, tre fratelli e due genitori invadenti non è cosa semplice per Alessandro. Soprattutto adesso che Cristina ha ripreso a lavorare e Max sta iniziando le superiori. In più ci si mette anche Federica, che decide di cambiare vita imprimendole una direzione del tutto incomprensibile per lui. In questa terza stagione scopriremo quindi un Alessandro sotto pressione e intrattabile, ai ferri corti con moglie e figlia, che quasi senza rendersene conto cercherà una via di fuga fuori da casa. L'obiettivo del lavoro di regia è stato quello di raccontare i sentimenti che sono stati alla base delle due precedenti stagioni con altrettanta sensibilità e delicatezza: il senso di fratellanza, di appartenenza, le connessioni affettive tra tutti i componenti di una famiglia amplificate nella relazione genitori-figli. Sentimenti indissolubili ed inevitabili che permeano tutti i nuclei famigliari e che consentono di vivere gli eventi negativi della vita in una prospettiva più protetta".

Immagine articolo
Loading

Pubblicità