Immagine pezzo principale

Cosa c'è da sapere sulla fiction "Immaturi"

Parte stasera su Canale 5 la serie tratta dall'omonimo film di Paolo Genovese che racconta le vicende di un gruppo di quarantenni costretti a ripetere l'esame di maturità. Su Famiglia Cristiana in edicola, l'intervista a una delle protagoniste, Ilaria Spada.


Pubblicità

Chi non si è mai svegliato di soprassalto dopo aver sognato di dover ridare l’ esame di maturità? Questo incubo diventa realtà nella fiction in 8 serate che parte oggi su Canale 5: “Immaturi - La serie”. Ispirata all’ omonimo film di Paolo Genovese, qui in veste di direttore artistico, mentre la regia è affidata a Rolando Ravello, la fiction segue le vicende di un gruppo di quarantenni ex compagni di scuola ai quali il ministero della Pubblica Istruzione annulla l’ esame di maturità. Se la la serie ricalcherà l'atmosfera del film, è meglio che chi ama le fiction piene di buoni sentimenti alla "Don Matteo" si astenga dalla visione perché a prevalere saranno personaggi e umorismo decisamente sopra le righe.

Come nel film Ricky Memphis è Lorenzo, agente immobiliare che vive ancora con mamma e papà, mentre Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu sono Piero e Virgilio, uno dj e single incallito e l’ altro titolare di un negozio di noleggio di Dvd sposato, un tempo amici inseparabili che non si parlano più da anni a causa di una donna. Rispetto al film spariscono e si aggiungono alcuni personaggi: c’ è la fredda professoressa Claudia (Ilaria Spada) che nasconde una seconda vita, Daniele, l’ affascinante professore di matematica interpretato da Daniele Liotti malato di ludopatia che si innamorerà di Francesca, chef con grossi problemi con gli uomini anche lei di nuovo alle prese con la maturità (Nicole Grimaudo), Serena, ricca snob che perderà tutto e dovrà ricominciare da capo (Sabrina Impacciatore), Luisa, architetto, donna dolce e distratta (Irene Ferri), la cui figlia le fa un po’ da madre.

Rispetto al film la serie sarà infatti molto incentrata sul rapporto fra due generazioni: i quarantenni giocano a fare gli eterni ragazzi, ma in realtà pieni di debolezze e un mare di problemi da affrontare, e gli adolescenti con i quali si ritrovano a condividere l’ aula si dimostrano spesso più maturi e attenti ai veri valori della vita.

Immagine articolo
Ricky Memphis in una scena della fiction Immaturi
Loading

Pubblicità