Immagine pezzo principale

Concerti, opera, balletto. Al via un'estate italiana a suon di musica

Una guida ai principali appuntamenti musicali della stagione estiva, dall'Arena di Verona al Festival della Valle d'Itria, passando per Ravenna, Macerata, Pesaro e Roma. Da ammirare artisti come Riaccrdo Muti, Roberto Bolle, Ennio Morricone, Fabio Luisi, Francesca Dego, Valeri Gergiev, Björk


Pubblicità

Parte la stagione dei festival estivi di musica sinfonica e da camera, opera lirica, jazz e balletto. Ecco una guida agli appuntamenti da non perdere.

 

Il 1°giugno prende il via il Ravenna Festival, ricco di appuntamenti con eventi quotidiani fino al 22 luglio.  Gli omaggi a Dante (sepolto a Ravenna) e i concerti di musica sacra si alterneranno nei Chiostri accanto alla tomba del poeta e nella Basilica di San Vitale. Previsto anche un ricordo di Martin Luther King, a 50 anni dalla morte. Il 1° luglio a Kiev e  e il 3 luglio a Ravenna Riccardo Muti dirigerà l’ Orchestra e Coro del Teatro dell’ Opera Nazionale d’ Ucraina insieme all’ Orchestra Giovanile Cherubini. Il 15 luglio lo stesso Muti dirigerà il Macbeth di Verdi in forma di concerto al Palazzo Mauro De André (spiccano nel cast Francesco Meli e Luca Salsi). A Ravenna dirigeranno anche Wayne Marshall, James Conlon e Valery Gergiev. Molto atteso, dal 7 al 9 giugno al Teatro Alighieri,  il musical Kiss Me Kate, con musiche e testi di Cole Porter.

 

L’ Arena di Verona, dopo due anni di commissariamento e l’ avvio di un piano di risanamento non privo di tagli dolorosi si affida alla nuova sovrintendente, Cecilia Gasdia, in carica da gennaio, e il 22 giugno parte con la 96a edizione del Festival Lirico. Si inaugura con una nuova produzione di Carmen (sul podio Francesco Ivan Ciampa, regia di Hugo de Hana) e si prosegue fino al 1° settembre con i classici cavalli di battaglia dell’ Arena: Aida (direttori Jordi Bernàcer, Daniel Oren e Andrea Battistoni; la regia è quella intramontabile di Zeffirelli), Turandot (si alternano a dirigere Oren e Ciampa, regia di Zeffirelli), Nabucco (dirige Bernàcer, regia di Arnaud Bernard).  Nei cast si segnalano i nomi di Anna Pirozzi, Maria José Siri, Susanna Branchini, Yusif Eyavazov, Gregory Kunde, Luca Salsi. Nell’ anno che ricorda i 150 anni dalla morte di Rossini viene messo in scena anche Il Barbiere di Siviglia (5 recite dal 4 agosto) , con un cast di intramontabili vecchie glorie come Leo Nucci e Ferruccio Furlanetto. Insieme a loro spiccano Ambrogio Maestri e la Rosina di Nino Machaidze. Sul podio si alterneranno Oren e Andrea Battistoni, la regia è di Hugo de Ana. Completano il programma la serata di danza “Roberto Bolle and Friends” (25 luglio) e la Verdi Opera Night del 26 agosto.

 

Il 30 giugno prende il via il Ravello Festival, che offrirà spettacoli fino al 25 agosto nello scenario incomparabile di Villa Rufolo, con la terrazza affacciata sul mare. Sul podio dei concerti sinfonici sono attesi grandi direttori come Esa-Pekka Salonen (programma wagneriano con la Philarmonia Orchestra e il soprano Michelle DeYoung), Myung-Whun Chung (musiche di Ravel e Berlioz con l’ Orchestre Philarmonique de Radio France), Ivan Fischer (2 concerti con la  Budapest Festival Orchestra), Valery Gergiev (Stravinsky e Tchaikovsky con la sua formidabile orchestra del Mariinsky). Nella ricchissima offerta del festival campano troviamo  anche recital pianistici, spettacoli di danza (atteso il 4 luglio Bill T. Jones), un concerto con Paolo Fresu.

 

Il 3 luglio di inaugura nella splendida cornice delle Terme di Caracalla la stagione estiva del Teatro dell’ Opera di Roma. Due i titoli operistici di sicuro richiamo: Traviata (dirige Yves Abel , regia di Lorenzo Mariani) e Carmen (sul podio Ryan McAdams, regia di Valentina Carrasco ambientata alla frontiera fra Messico e Stati Uniti). Tanto balletto con Roberto Bolle (17 e 18 luglio) e la prima mondiale di Romeo e Giulietta, con regia e coreografia di Giuliano Peparini. Da non perdere anche gli extra: il concerto di Björk il 13 giugno, i concerti di Paolo Conte il 14 e 15 giugno, le due serate con le musiche di Ennio Morricone (16 e 17 giugno).

 

Quattro secoli di teatro musicale nel programma del 44° Festival della Valle d’ Itria, che animerà Martina Franca e dintorni dal 13 luglio al 4 agosto. Come sempre ci saranno concerti e spettacoli a tutte le ore della giornata, in chiese, chiostri, masserie e ovviamente nel cortile del Palazzo Ducale. Il cortile ospiterà due opere: Gulietta e Romeo di Nicola Vaccaj (diretta da Sesto Quatrini, uno di direttori più interessanti del momento) e Rinaldo di Haendel, proposto nella versione “napoletana” di Leonardo Leo. Sul podio ci sarà Fabio Luisi (un nome garanzia di eccellenza), mentre  nel cast spiccano Carmela Remigio e Teresa Iervolino. Alla Masseria Palesi sarà rappresentata Il trionfo dell’ onore di Alessandro Scarlatti. Sono previsti anche concerti sinfonici e vari omaggi a Rossini, come “Gatta canta, gatto danza”, uno spettacolo che in diverse serate a Martina Franca, Cisternino, Matera e Ceglie Messapica proporrà brani di Rossini, Roberto De Simone e Orazio Sciortino (che sarà anche il direttore).

 

Il 20 luglio si apre il Macerata Opera Festival, che all’ interno del bellissimo Sferisterio della cittadina marchigiana propone tre titoli. Il Flauto magico di Mozart (sul podio Daniel Cohen, regia di Graham Vick), L’ Elisir d’ amore di Donizetti (dirige Francesco Lanzillotta, regia di Damiano Michieletto con le scene di Paolo Fantin, nel cast grandi voci come John Osborn e Alex Esposito), La Traviata (dirige Keri-Lynn Wilson, regia di Henning Brockhaus, da sentire nelle recite del 22 luglio e del 3 agosto Luca Salsi).  Da vedere e sentire, a Macerata, anche Vinicio Capossela (24 luglio), Max Gazzè (7 agosto), il duo Elio e Francesco Micheli. Da non perdere il 9 agosto anche lo spettacolo di danza con Eleonora Abbagnato, dedicato alle eroine pucciniane.

 

Dal 1° al 31 agosto si svolge la prima edizione del Gravedona Chamber Music Festival, una manifestazione dedicata alla musica da camera ospitata presso il Convento di Santa Maria delle Grazie, nella cornice del Lago di Como. Presidente onorario del Festival è il violoncellista Enrico Dindo, mentre ospite d’ onore è la violinista Francesca Dego, originaria di Colico e ben felice di portare il proprio contributo alla vita musicale della sua zona. Dego suonerà nel concerto inaugurale in cui si esibirà un ottetto d’ archi.

 

 

Dall’ 11 al 23 agosto gli appassionati di Rossini si danno appuntamento a Pesaro per il Rossini Opera Festival, giunto alla 39a edizione. Si comincia con Ricciardo e Zoraide, sul podio Giacomo Sagripanti alla guida dell’ Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, regia di Marshall Pynkoski, nel cast le voci, fra gli altri, di Juan Diego Florez e Nicola Ulivieri. Gli altri titoli in programma sono  Adina (direttore Diego Matheuz) e Il Barbiere di Siviglia (dirige Yves Abel, regia di Pier Luigi Pizzi, nel cast voci collaudate e ammirate come quelle di Maxim Mironov, Pietro Spagnoli e Michele Pertusi). I giovani dell’ Accademia rossiniana “Alberto Zedda” saranno i protagonisti de Il Viaggio a Reims, diretto da Hugo Carrio. Da segnalare i concerti di belcanto di Eleonora Buratto (19 agosto) e Michele Pertusi (20 agosto). Si chiude il 23 agosto con la Petite Messe Solennelle, diretta da Sagripanti, con le voci di Carmela Remigio, Daniela Barcellona, Celso Albelo e Nicolas Courjal.

Immagine articolo
Lo Sferisterio di Macerata durante uno spettacolo del Festival
Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo