Caritas, una nuova scuola in Abruzzo

E' costata quasi 2,5 milioni di euro, ha una superficie di circa 1.300 metri quadrati,  è in grado di ospitare 168 alunni ed è anche dotata di palestra con spogliatoi, aule per laboratori, infermeria, cucina e mensa. San Panfilo d'Ocre, in provincia dell'Aquila, ha una nuova scuola primaria e dell infanzia grazie all'impegno diretto della Caritas italiana. La struttura è stata realizzata con il contributo delle Caritas diocesane della Lombardia.     

     Dopo il terremoto che il 6 aprile 2009 ha distrutto L Aquila, la Caritas italiana si è subito mobilitata a favore della popolazione colpita d intesa con la diocesi, con le Delegazioni regionali delle Caritas di tutta Italia e con le comunità locali. Grazie alla raccolta indetta dalla Conferenza episcopale italiana in tutte le parrocchie e alla generosità di singoli, famiglie, gruppi, parrocchie e diocesi, sono pervenuti a Caritas Italiana circa 27 milioni di euro, ai quali si aggiungono i 5 milioni messi a disposizione dalla Cei. Passata l emergenza, operatori Caritas e volontari sono rimasti accanto alle persone colpite.

    L impegno prioritario riguarda ora l'accompagnamento della gente e la ricostruzione. Sono 23 le strutture già realizzate: tre scuole, cinque centri di comunità, dieci ambienti per servizi sociali e caritativi, cinque interventi di ripristino di spazi parrocchiali. Altre inaugurazioni sono già in calendario in tre frazioni del comune di L Aquila: il 15 giugno 2010 il Centro di comunità di San Giacomo, il 19 giugno 2010 la scuola primaria e dell infanzia di Roio Poggio e il Centro di comunità di Bagno. Tra interventi di emergenza e primo aiuto, accompagnamento, riabilitazione socio-economica e ricostruzione sono stati finora spesi circa 13,5 milioni di euro. Nei prossimi mesi è prevista la realizzazione di altre 25 strutture per un importo di 15 milioni di euro.

Pubblicità