Si parla di infanzia sottovoce e senza le famiglie

Alla quarta Conferenza Nazionale sull'Infanzia e sull'Adolescenza organizzata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche di ieri e oggi a Bari un unico grande assente: il Forum delle Associazioni Familiari.

Pubblicità

Scuola e famiglia devono essere messe nelle condizioni di «promuovere la cura dei minori nelle diverse fasi della crescita, consentendo la piena realizzazione della personalità»: si è aperta così ieri, giovedì 27 marzo, a Bari con il messaggio del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, la 4^ Conferenza Nazionale sull'Infanzia e sull'Adolescenza organizzata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche. L'evento, che si è svolto su due giorni tra ieri e oggi, al massimo livello istituzionale, ha rappresentato l'occasione per far incontrare le amministrazioni centrali e territoriali, le associazioni, il privato sociale, le imprese e tutti gli attori che si occupano di infanzia e adolescenza, mettendo a disposizione uno spazio di confronto e di riflessione. Due giorni di lavoro, articolati attorno a sessioni plenarie e tematiche, con il contributo dei più noti studiosi italiani, che hanno permesso un'ampia consultazione tra le forze coinvolte con l’ obiettivo di formulare il Piano nazionale per l'infanzia e l'adolescenza.
Un titolo fondamentale a questa due giorni «Investire sull'infanzia» eppure, un grande assente: il Forum delle Associazioni Familiari che non è stato minimamente coinvolto.

Pubblicità