Immagine pezzo principale

Riaprire le case chiuse? La Lega rilancia l'idea

60 anni fa entrava in vigore la Legge Merlin, che aboliva la prostituzione organizzata. In questi giorni Matteo Salvini riprende l'idea di abolire la norma. Il tema sarà approfondito da una prossima inchiesta di Famiglia Cristiana.


Pubblicità

Sessanta anni fa, il 20 settembre 1958, entrava in vigore la “Legge Merlin”, che aveva come titolo: “Abolizione della regolamentazione della prostituzione e lotta contro lo sfruttamento della prostituzione altrui”. La legge, numero 75, era stata approvata il 20 febbraio dello stesso anno e fissava il suo obiettivo fin dal primo articolo: “E' vietato l'esercizio di case di prostituzione nel territorio dello Stato e nei territori sottoposti all'amministrazione di autorità italiane”.

La legge porta il nome della senatrice veneta Lina Merlin, nata nel 1887, partigiana, socialista, eletta nel 1946 all’ Assemblea Costituente. In un suo libro dedicato ai parlamentari della Costituente, Andreotti ricorda Angelina (Lina) Merlin (nella foto) come una donna “di una vivacità e, quando occorreva, persino di una aggressività straordinaria”. La sua, aggiunge Andreotti nel suo ricordo, “non era tanto una crociata contro la prostituzione, ma contro la prostituzione burocraticamente amministrata”.

Da quando è in vigore, più volte sono state presentate proposte di legge per l'abolizione o l'attenuazione della legge Merlin. Fra il 2014 e il 2015 la Lega Nord lanciò una raccolta di firme per giungere a un referendum abrogativo. L’ iniziativa non ha avuto un seguito, ma in questi giorni Matteo Salvini, vicepremier e ministro degli Interni, rilancia. «Ora combatto tra antidroga, antimafia e altro», dice Salvini, «ma ritengo che riconoscere che quello è un mestiere, togliendolo dal controllo della mafia e dello sfruttamento, sarebbe opera di civiltà». Salvini riprende così un argomento che era già stato evocato durante la campagna elettorale per le elezioni politiche del marzo scorso.«Se si sceglie liberamente di prostituirsi non sta a me dare giudizi morali. Ovviamente lo sfruttamento e la violenza sono un altro paio di maniche», ha aggiunto Salvini intervenendo alla trasmissione di Radio2 “I lunatici".

Il tema fa discutere e verrà approfondito in un’ inchiesta che sarà pubblicata sul numero di Famiglia Cristiana che sarà in edicola dalla prossima settimana.

Loading

Pubblicità
Iniziative San Paolo